Danno per caduta sulle scale della chiesa compete al Comune o alla Diocesi (Cass. civ., Sez. III, Ord. 28 n. 5841/19)

Il danno cagionato da un bene destinato all’attività di culto (la scalinata di una cattedrale) è imputabile all’ente ecclesiastico a cui appartiene, a meno che il danneggiato non dimostri che l’ente territoriale (Comune) goda di una detenzione o di un potere di fatto sulla res.
Nel caso di specie, nel primo grado l’attore lamentava la sussistenza di un’insidia nella rottura, non adeguatamente segnalata, di un gradino della scalinata di accesso al Duomo, a causa della quale cadeva.
Nel giudizio di primo grado si costituivano le parti convenute ossia la Diocesi e il Comune.
Il Tribunale condannava la Diocesi a risarcire i danni subiti in occasione del sinistro avvenuto sulla scalinata di accesso al Duomo di, mentre rigettava la domanda nei confronti del Comune.
In secondo grado invece era accolta la carenza di legittimazione passiva della Diocesi, in quanto non proprietaria del Duomo.
Secondo i Giudici l’attore avrebbe dovuto dare prova del fatto che la Diocesi comunque avesse una disponibilità giuridica e materiale della scala di accesso del Duomo e solo successivamente dar prova del nesso causale tra cosa in custodia e danno subito.
Inoltre le scale su cui si era verificato il sinistro non ricadevano secondo i Giudici di Appello nella proprietà del Comune, quindi era da escludersi qualsiasi responsabilità ex art. 2051 c.c. in quanto non era stata fornita alcuna prova di una disponibilità giuridica e materiale da parte del Comune della scala di accesso al Duomo.
La parte soccombente ricorre in Cassazione.
Cassazione con l’Ordinanza del 28/02/2019 n. 5841 chiarisce che il mero riferimento alla Legge n. 222/85 che disciplina la successione dei beni tra diversi enti ecclesiastici, non è idoneo a dimostrare che la Diocesi sia proprietaria o detentrice di fatto del Duomo e delle sue pertinenze, posto che tale normativa contempla la possibilità di assegnazione di detti beni agli enti parrocchiali, e l’attore avrebbe dovuto comunque dimostrare in concreto il rapporto di fatto, ovvero una disponibilità giuridica e materiale, tra la convenuta in giudizio e la scalinata su cui si è verificato l’occorso, ai sensi dell’art. 2051 c.c.
La responsabilità ex articolo 2051 c.c. postula la sussistenza di un rapporto di custodia della cosa e una relazione di fatto tra un soggetto e la cosa stessa, tale da consentire il potere di controllarla, di eliminare le situazioni di pericolo che siano insorte e di escludere i terzi dal contatto con la cosa.
Atteso che l’onere della prova sul potere di controllo del bene incombeva, sotto ogni profilo, a carico dell’attore, solo dopo tale dimostrazione avrebbe potuto discutersi del nesso causale tra fatto ed evento lesivo.
Occorre precisare che l’eventuale sussistenza di un uso pubblico della scalinata della chiesa, che potrebbe sussistere, non può di per sé porsi a fondamento della responsabilità dell’ente territoriale in termini di omessa custodia.
Pertanto, deve affermarsi il seguente principio: la responsabilità da omessa custodia di un bene destinato all’attività di culto, anche se per consuetudine asservito a un uso pubblico, grava sul proprietario del bene e non sull’ente territoriale su cui insiste il bene, a meno che non sia dimostrata una detenzione o un potere di fatto dell’ente territoriale sulla cosa, circostanza quest’ultima che la Corte di merito, nell’ambito della discrezionalità di valutazione in fatto che le è propria, ha ritenuto non essere provata dal solo rilievo che, dopo l’incidente occorso in danno del ricorrente, il dirigente del servizio comunale competente abbia rivolto all’ente ecclesiastico un invito a porre la scalinata di ingresso al Duomo in sicurezza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: